Ho preso in prestito da un album di Pino Daniele il nome per questo post, mi sembra molto azzeccato! Partiamo da Roma, dove Mr. Renzi ha presentato la nuova segreteria del PD. Il cambio di passo c’è, nessun big e nessuno della vecchia guardia in squadra. Il dato anagrafico è una novità quasi assoluta, tanti giovani. La composizione plurale della segreteria premia la militanza attiva, sebbene sconosciuti al pubblico nazionale, i membri della squadra hanno una collocazione chiara e riconosciuta nei loro territori, soprattutto quelli provenienti dal sud.

Dato importante – Mai come oggi, i giovani in politica sembrano consapevoli di dover incarnare quel cambiamento che vorremmo vedere nel mondo.

I tempi nuovi chiedono a una nuova generazione di assumersi l’onere delle scelte.

Nota cattiva – Una generazione ha fallito il suo appuntamento con la storia, oggi ci troviamo difronte a una crisi strutturale del nostro paese che, imputare alle sole dinamiche globali sarebbe sciocco, oltre che falso. Per la prima volta, dal dopoguerra ad oggi, i padri consegnano ai figli un paese peggiore di come lo avevano trovato. Quella generazione cui è mancato il coraggio di prendere le scelte che avrebbero invertito la rotta, tenta di riproporsi come risolutrice dei problemi che essa stessa a creato, pretendendo di indicare ancora la rotta, bene, è tempo che quella generazione passi la mano.

In questa storia, noi giovani dobbiamo aver chiaro una cosa, abbiamo noi, il dovere di assumerci la responsabilità del cambiamento.

In coincidenza con la nomina della nuova segreteria, e siamo arrivati ad Andria, FutureDem Puglia, presentava il programma della scuola di formazione politica #CambiareCiCambia, che si svolgerà dal 3 al 5 ottobre a Canosa di Puglia. Anche questo è un segno dei tempi che cambiano. FutureDem mette al centro della propria attività associativa la formazione politica. La scuola è rivolta principalmente ai giovani, ai giovani amministratori, a iscritti e simpatizzanti del Partito Democratico.
Il Programma è ricchissimo nei temi e negli ospiti, qui cito solo alcuni temi:
Lavoro – È tempo di ridare priorità al lavoro. Favorendo l’impreditoriali dei giovani.
Investimenti – È tempo di sbloccare gli investimenti. Una nuova rete infrastrutturale che modernizzi il paese è possibile.
Burocrazia – È tempo di sburocratizzare l’apparato statale e rendendolo più dinamico.
Europa – Dire con coraggio in Europa che il tempo dei burocrati è finito. Dire alla banca centrale che le politiche di austerity sono recessive. È urgente rilanciare l’economia, far ripartire i consumi e far tornare a crescere il potere d’acquisto delle famiglie. Dobbiamo riparatore da un cambio di verso nelle politiche europee, dobbiamo uniformare il mercato del lavoro europeo e le sue regole, così come il mondo universitario va interconnesso al mondo del lavoro e aperto agli investimenti privati, mantenendo però saldo il primato dell’istruzione pubblica.

Perché #CambiareCiCambia, ci vediamo a Canosa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...